Lo sapevi...

I numeri che riguardano lo spreco di alimenti nel mondo sono SPAVENTOSI!

Il Politecnico di Milano ha stimato  come ogni anno vengano sprecati 5,1 milioni di tonnellate di cibo.

Questo dato è ancora più grave considerando le persistenti difficoltà a cui sono soggette numerose persone nel seguire una corretta alimentazione. A tal proposito basti pensare come secondo l'Istat in Italia ci sono ancora ad oggi 5 milioni di persone che soffrono di 'povertà alimentare', non riuscendo a consumare un pasto completo dal punto di vista proteico almeno ogni due giorni.

carrello spesaE questo senza considerare le situazioni ancora più gravi che ci sono in particolare nei cosiddetti paesi del terzo mondo.

Analizzando questi dati quindi risulta intollerabile lo spreco alimentare che c'è ad oggi ed è compito di ciascuno di noi farsi carico di questo problema cercando di ridurre gli sprechi il più possibile.

Dare una 'seconda vita' al cibo è diventato necessario.

Alcuni accorgimenti/informazioni utili da sapere riguardano ad esempio la dicitura che spesso troviamo 'da consumarsi preferibilmente entro' dove viene indicato come il prodotto puo' essere utilizzato anche dopo la data di scadenza senza effetti dannosi per il nostro corpo, purchè ci siano determinate caratteristiche.

Altri facili accorgimenti riguardano la conservazione dei cibi, ad esempio assicurandosi di mettere il pane nel congelatore la sera per conservarlo più a lungo.

A tal proposito la Fondazione Banco Alimentare e Caritas hanno messo a punto un manuale validato dal Ministero della Salute che fornisce delle linee guida per gli operatori con l'obiettivo di garantire la sicurezza dei prodotti recuperati per gli indigenti, cercando altresì di incentivare i donatori al recupero degli alimenti, diminuendo così gli sprechi.