laboratorio

Oggi parliamo di polialcoli (o polioli).

Cosa sono? I polioli sono degli zuccheri presenti in natura che vengono utilizzati principalmente nell’industria dolciaria come dolcificanti. Molto spesso li troviamo anche all’interno degli integratori alimentari, in particolare nelle barrette proteiche. I polialcoli si suddividono in monosaccaridi (mannitolo, sorbitolo e xilitolo) e disaccaridi (maltitolo, lattitolo). Sono considerate delle sostanze ‘sicure, nel senso che non hanno alcuna forma di controindicazione nociva al momento riscontrata nell’organismo umano. I vantaggi che vengono attribuiti a questi dolcificanti sono uno scarso valore energetico, non sono cariogeni (per questo ad esempio vengono utilizzati in particolare nei chewing-gum), ed il loro metabolismo è indipendente dall’insulina, rendendoli perciò adatti anche ai diabetici.

La controindicazione di questi dolcificanti, se utilizzati negli integratori in particolare per sportivi, puo’ derivare dal loro effetto lassativo causato dal richiamo d’acqua a causa dell’effetto osmotico che può essere provocato.

In particolare si è riscontrato che il mannitolo viene assorbito con difficoltà dall’organismo e puo’ avere un effetto lassativo assumendone quantità pari a 10g-20g. Anche il sorbitolo e lo xilitolo hanno effetti lassativi ma a quantità superiori, pari circa a 50g, mentre il maltitolo arriva a 100g.

Un’altra possibile controindicazione che possono avere se assunti dallo sportivo prima o durante l’attività fisica  è causata dal loro lento assorbimento.