La soia in aiuto alla fertilità: dal tofu alla zuppa di miso

Lo sapevi...

 

I prodotti derivati dalla soia proteggono dal bisfenolo, che inteferisce con il concepimento. Consumare prodotti a base di soia, come tofu, hamburger, zuppa di miso, barrette e altro, può aiutare la fertilità.

 

Tali alimenti sembrano proteggere dagli effetti negativi del bisfenolo A (BPA) un composto chimico contenuto ad esempio nel packaging dei prodotti, che può avere un'influenza negativa e "mima" gli ormoni femminili per eccellenza, gli estrogeni, interferendo con il concepimento e l'impianto di ovociti fertilizzati nell'utero durante la fecondazione in vitro.

 

È quanto emerge da uno studio americano guidato da Jorge Chavarro, della Harvard University e del Brigham and Women's Hospital, pubblicato su Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism. Gli studiosi hanno esaminato 239 donne tra i 18 e i 45 anni che si sono sottoposte ad almeno un ciclo di fecondazione in vitro al Massachusetts General Hospital Fertility Center tra il 2007 e il 2012. Il livello di bisfenolo a è stato rilevato attraverso campioni di urine e gli studiosi hanno poi interrogato con dei questionari le donne.

 

Ma che cos'è la soia?

Si tratta di un legume ricco di proteine vegetali, che contiene 8 amminoacidi essenziali ovvero che non possono essere sintetizzati dall’organismo e vanno introdotti con l’alimentazione. Ha un basso indice glicemico, controlla la fame, è molto utile per abbassare il colesterolo “cattivo” e mantenere in equilibrio quello “buono” e aiuta nei disturbi del ciclo e in menopausa.

 

Nelle prossime settimane, dopo la pausa di Ferragosto, vedremo un alimento particolarmente indicato durante la gravidanza e 10 cibi e bevande da evitare (o almeno da limitare). Stay tuned!