Swipe to the left

Aminoacidi Ramificati in compresse o liquidi.

Gli amminoacidi ramificati sono alcuni dei macronutrienti più importanti per lo sportivo, soprattutto per chi pratica sport ad alta intensità e lunga durata. Scopriamone le caratteristiche e cerchiamo di capire in che modo assumerli per trarne il meglio.


Semplificando ma cercando di fare chiarezza, va detto che gli amminoacidi sono in generale i mattoni fondamentali che costituiscono le strutture complesse delle proteine. Alcuni, quelli NON Essenziali, vengono prodotti dal nostro organismo oltre che introdotti con la dieta. Altri, quelli Essenziali, non possono essere prodotti da noi stessi e quindi si possono solamente reperire con la dieta, di qui la loro “essenzialità”. Tra quelli essenziali un sottogruppo importante è quello degli amminoacidi ramificati, più comunemente conosciuti con l’acronimo inglese BCAA (Branched Chain Amino Acids), presenti in alta percentuale nelle fibre muscolari e per questo oggetto di interesse da parte di tutti gli sportivi.


Gli amminoacidi ramificati sono solo tre: Leucina, Isoleucina e Valina.


Tutte queste premesse sono necessarie per capire come l’apporto di questi macronutrienti sia necessario attraverso la dieta e di fondamentale importanza non solo per lo sportivo ma anche per la persona comune. Chi pratica sport, in alcuni periodi, può dover necessitare di quantità aggiuntive di questi nutrienti, utilizzati in quantità maggiore dalle persone più attive rispetto ai sedentari per effetto della differenza in percentuale di massa muscolare che esiste tra le due categorie.


Queste tre molecole si diversificano per i diversi meccanismi di azione e di utilizzo da parte dell’organismo, una volta introdotti ed assimilati al livello gastrico, ma ribadiamo che il loro ruolo fondamentale è relativo al consumo e rinnovo del tessuto muscolare. Secondariamente sono poi importanti da un punto di vista energetico (Leucina), di mobilizzazione di riserve lipidiche (Isoleucina), e anche da un punto di vista psico-fisico (Valina). La dicitura che spesso accompagna prodotti a base di BCAA, ovvero 2.1.1., si riferisce ai rapporti di concentrazione delle tre molecole. Delle tante declinazioni in commercio, la formulazione che prevede 2 parti di Leucina, 1 di Isoleucina ed 1 di Valina, è quella che garantisce un più ampio spettro di utilizzo ed un miglior rapporto effetto/costo.


Lo sportivo assiduo, chi pratica sport di endurance, amatori che si allenano in palestra o sport di squadra, ad alte intensità e con frequenze di allenamento quasi quotidiane, trovano giovamento da una loro integrazione oltre l’assimilazione con i normali alimenti, soprattutto per migliorare le capacità di recupero muscolare e sfruttare riserve energetiche ulteriori rispetto a quelle più “classiche” di carboidrati e lipidi. Questi due scopi di utilizzo sono la discriminante che poi determina le differenze di utilizzo tra fonti di BCAA solide, ovvero in compresse, o liquide.


Volchem propone entrambe le categorie di prodotto per soddisfare le diverse esigenze, con i composti della linea VOLAMIN.


La somministrazione in compresse e/o capsule è certamente la più tradizionale e conosciuta, sfruttata soprattutto da chi utilizza i BCAA nel post- workout, entro una trentina di minuti circa dal termine dello sforzo, oppure come integrazione quotidiana a prescindere dall’orario di allenamento. Questa via di somministrazione garantisce certamente una sicurezza di dosaggio che al contrario preparando una soluzione a partire da una polvere potrebbe non essere sempre garantita. Volchem dispone di entrambe le soluzioni, in compresse o capsule di gelatina.


Per chi invece desiderasse sfruttarne le potenzialità energetiche e funzionali durante lo sforzo, la miglior scelta pratica è certamente quella di utilizzare prodotti in forma liquida, da preparare a partire da una polvere o già pronti, in comode buste monodose da 45 ml. Questo genere di formulazione rende l’assorbimento del nutriente molto più rapido e quindi utilizzabile nei tempi più brevi e certamente più difficili di uno sforzo fisico che può rivelarsi anche molto intenso. Durante una gran fondo in bicicletta o MTB, in una gara di triathlon, in una maratona, o in tutte le occasioni in cui l’attività supera le 2 o 3 ore con punte di intensità anche elevata, utilizzare BCAA liquidi potrebbe rivelarsi vantaggioso sul lungo periodo poiché sfruttabili a livello energetico in aiuto o sostituzione delle riserve energetiche più classiche, che invece alla lunga potrebbero essere ridotte ai minimi termini. Il prodotto in polvere, ulteriormente, ha il vantaggio di poter essere miscelato con composti utilizzabili sempre durante l’attività e sfruttare così la sinergia di scopo data ad esempio dall’aggiunta di sali minerali, maltodestrine o simili.


Un ulteriore fattore positivo di questi amminoacidi rispetto a tutti gli altri, è la capacità, sia per le compresse che per le formulazioni liquide, di passare indenni il sistema epatico ed essere indirizzati più velocemente e senza modifiche, al tessuto muscolare.


Il dosaggio? Vale sempre la regola aurea di 1g di BCAA per ogni 10 kg di peso corporeo al giorno, senza però superare mai la dose massima di 5 g circa, oltre la quale non si valuterebbe comunque un’efficacia evidente, con rischi di sovradosaggi al superamento di alte concentrazioni.


Scopri tutti i prodotti della linea sulla nostra pagina web:


Leggi anche:


Aminoacidi Ramificati in compresse o liquidi.
Posted in: Novità