Swipe to the left

Bevanda Isotonica, ipotonica e ipertonica

26 aprile 2019

Oggi vogliamo parlare delle differenze tra una bevanda isotonica, iportonica e ipertonica.

E' un elemento molto importante da conoscere per poter preparare la bevanda energetica utilizzando al meglio l'integratore di sali minerali acquistato.

Quali differenze ci sono tra una bevanda isotonica, ipotonica e ipertonica?
La tonicità ( osmolarità ) di una soluzione è determinata dal numero di particelle cariche disciolte.
L’osmolarità del sangue è di circa 300 mOsmol/litro per cui una bevanda è ipo iso iper-tonica se la sua osmolarità è rispettivamente minore, uguale, maggiore di 300 mOsmol/litro.

Da un punto di vista fisiologico la convenienza di usare una bevanda con una certa osmolarità dipende dall’obiettivo:

  • effetto reidratante ( massimo assorbimento di acqua ) = bevanda ipotonica (ISODRINK < 30 g per 500 ml);
  • effetto idratante / energetico = bevanda isotonica (ISODRINK = 30 g per 500 ml);
  • effetto energetico = bevanda ipertonica (ISODRINK > 30 g per 500 ml). Tutte le bevande iper toniche devono essere prese a piccoli sorsi a distanza di tempo per non rischiare di avere effetti lassativi.


Come conoscere l' osmolarità dell' integratore di sali minerali che utilizziamo?
Cerchiamo in etichetta la tabella nutrizionale e guardiamo, se indicato, che osmolarità presenta la soluzione di sali in polvere acquistata.

Isodrink a quale categoria appartiene?
Una soluzione di 30 g di ISODRINK dà una bevanda isotonica ( = 305 mOsmol/litro).



Articoli Correlati:



Bevanda Isotonica, ipotonica e ipertonica
Posted in: Novità