Swipe to the left

A tu per tu con... Patrizio Viero - OCR

20 novembre 2018

A tu per tu con... Patrizio Viero

Oggi parliamo di un altro atleta con cui collaboriamo, che ha fatto della disciplina OCR la sua passione.


Patrizio Viero nasce a Vicenza, il 18 marzo 1978. Terzo figlio di una famiglia dove anche i due fratelli maggiori si sono distinti in ambito sportivo (atletica e basket), inizia sin da piccolo ad amare profondamente lo sport e nel corso degli anni pratica numerose discipline, tra cui: atletica leggera, nuoto, baseball, basket, football americano, in-line hockey, tennis, arrampicata sportiva, kung fu, sandà, apnea sportiva. La voglia di muoversi insomma non gli manca e in alcune di queste discipline ottiene numerosi podi in diverse competizioni a livello nazionale.


Nel 2016, dopo un periodo di stop agonistico per dedicarsi alla famiglia, torna a competere nella neonata e in fortissima ascesa disciplina OCR (Obstacle Course Race), di cui le Spartan Race sono le più conosciute a livello mondiale.

Si tratta di una corsa trail, che può andare dai 6 ai 15 km, dove sono sempre presenti acqua e fango, e soprattutto gli ostacoli, naturali e artificiali, concepiti per portare a sfinimento mente e corpo degli atleti.


Gareggia in diverse competizioni, ma è alla fine del 2016, alla Inferno Run di Firenze, che ottiene il miglior risultato della sua carriera, la qualificazione ai Campionati Europei e Mondiali OCR del 2017.


Il 2017 è un anno difficile, costellato da infortuni che limitano la partecipazione alle gare, ma questo non gli impedisce di partecipare ai Campionati Europei in Olanda ad Amsterdam, dove conclude una prova caratterizzata da 51 ostacoli, distribuiti su un percorso di 15 km.


Il Mondiale OCR in Canada invece salta. Sul finale di stagione, sempre alla Inferno Run di Firenze, centra nuovamente la qualificazione europea e mondiale per l’anno successivo.


Nel 2018 invece le cose cambiano, perché la preparazione invernale è andata al meglio e già in gennaio partecipa alla prima gara “innevata” in Francia. Ne seguono molte altre in diverse nazioni europee oltre all’Italia, come Polonia, Austria e ancora Francia. Ad inizio luglio partecipa nuovamente ai Campionati Europei OCR, questa volta in Danimarca, e completa un percorso molto difficile e tecnico, soprannominato dagli atleti “Ninja Warrior” con 52 ostacoli su 15 km di tracciato.


L’appuntamento più importante della sua carriera sportiva arriva il 20 ottobre, i Campionati Mondiali OCR, che dopo le prime 4 edizioni svoltesi in nord America, tornano nella campagna Londinese, patria delle prime OCR.


Affronta con impegno e grinta 15 km di tracciato trail, costellato da laghetti, pozze di fango, basse temperature e ben 100 ostacoli artificiali e naturali. Una gara durissima, che ha messo alla prova tutte le sue energie fisiche e mentali. Patrizio “PATV” Viero però è davvero preparato, non è mai stato così in forma, e riesce a superare tutti gli ostacoli, conservando così la preziosa band (braccialetto di plastica che viene consegnato agli atleti a inizio gara e che viene tagliato nel caso in cui un atleta non riesca in nessun modo a superare un ostacolo).


Dopo l’ottimo risultato guarda già avanti, alla stagione 2019, con l’obiettivo di conseguire ulteriori ottime prestazioni!


In bocca al lupo!



A tu per tu con... Patrizio Viero - OCR
Posted in: Novità